Video Advertising Strategy

  • Lo IAB Seminar tenutosi il 16 Ottobre ha avuto come protagonista il video advertising

Si è tenuto in data 16 Ottobre lo IAB Seminar, organizzato da IAB Italia che per questa edizione ha promosso uno degli strumenti più in crescita in questi ultimi anni: il video advertising. Tra i principali sponsor ricordiamo Facebook, Microsoft e Yahoo! che si sono alternati tra le varie tavole rotonde nell’interpretazione del fenomeno che sempre più viene utilizzato dai principali player del settore pubblicitario digitale.

Stando alla ricerca dell’Osservatorio New Media & New Internet del Politecnico di Milano, i video vengono maggiormente fruiti tramite i principali dispositivi digitali quali pc, smartphone e tablet dall’87% della popolazione italiana. Nel 2013 il 35% dei video venivano visualizzati tramite Youtube, in una percentuale che ad oggi scende al 25% e ciò in parte è dovuto all’aumento dei video fruiti tramite il social network Facebook (20%). Complessivamente, il 45% dei video online viene visualizzato grazie a piattaforme social e di condivisione come appunto Youtube e Facebook.

Il tempo medio totale trascorso dall’utente nella visione di video online è di circa 2 ore per Youtube e meno di 2 ore per Facebook; nel giorno medio l’utente visualizza video su Internet per circa 33 minuti. È bene ricordare che il comportamento dell’utente su Internet non si limita alla visualizzazione di video su di un unico canale ma su differenti siti Web e piattaforme dedicate: l’86% delle visualizzazioni video avviene su Youtube, il 52% su Facebook, il 34% su siti Web di informazione come Rai.tv e Mediaset.it e il 22% tramite app su dispositivi mobile. Per quanto riguarda i principali device utilizzati per la fruizione video troviamo il pc per la maggioranza dei casi (66%), seguito da smartphone (38%) e da tablet (31%); la maggiore quota percentuale di fruitori di contenuti video tramite smartphone sta a significare la preferenza degli utenti nella visione di video in mobilità e la possibilità di condividere i contenuti grazie ai social network connessi allo smartphone. La maggior parte dei contenuti visualizzati è di tipo musicale.

La raccolta pubblicitaria del video advertising è in continua crescita: nel 2011 la raccolta raggiunge gli 80 milioni di euro, nel 2012 si arriva a 170 milioni con un aumento del +132% rispetto all’anno precedente e nel 2013 si registra un incremento del +32% rispetto al 2012 raggiungendo quota 225 milioni. I dati inerenti la raccolta pubblicitaria dell’anno 2014 non sono ancora ufficiali e verranno resi pubblici dall’ Osservatorio New Media & New Internet del Politecnico di Milano in occasione dello IAB Forum 2014 ma si dovrebbe registrare una crescita che va dal +20% al +25%. In tre anni il fatturato del video advertising è triplicato e si ipotizza che per il 2018 la spesa per la pubblicità su video peserà circa il 25% sul totale del mercato pubblicitario di Internet.

Tra i pregi del video advertising ricordiamo la forte efficacia dello strumento, la diminuzione dei costi, l’incremento dell’offerta editoriale per questo tipo di strumento e la possibilità di selezione delle fasce di audience da colpire. Facebook giocherà sempre di più un ruolo determinante per la crescita del video advertising.

E-Business Consulting, società Google Partner, è in grado di pianificare campagne video su Youtube e di veicolarle tramite pianificazione Adwords e tramite diffusione sui principali Social Network. L’agenzia sarà inoltre presente allo IAB Forum 2014 con un workshop sull’Email Marketing.

Dettaglio News

Dettaglio News 30/09/2020 E-Business Consulting
I NOSTRI CLIENTI