Top 100 Global Brands 2020

  • Interbrand Best Global Brands classifica i migliori brand a livello globale e identifica tre fattori per ottenere consenso e scalare il ranking.

Top 100 Global Brands 2020

Il 2020 si è presentato fin da subito come un anno turbolento, caratterizzato da tensioni politiche e proteste civili e una pandemia ancora in corso, il tutto ha esposto i difetti del sistema sociale e polarizzato maggiormente la popolazione mondiale.
Allo stesso modo, è stata riscontrata una distinzione dei brand in crescita (il 43%) e in caduta (il 57%).

In media i top 100 brand mondiali sono cresciuti nel 2020 del +9% e hanno un valore che supera i $2 trillioni.

L’anno del COVID-19 ha accelerato notevolmente la trasformazione digitale rafforzando la posizione dominante dei brand tecnologici: la crescita media in questo settore è del 20%.
Ai primi tre posti abbiamo, infatti, Apple con una crescita del 38% rispetto al 2019 e un fatturato di 322 miliardi di USD, Amazon con una crescita del 60% e 200 miliardi di USD di fatturato e al terzo posto Microsoft (166 miliardi di USD) in crescita del 53%.

Inoltre, la particolare situazione del 2020, necessitante connessioni virtuali, ha permesso tre new entry appartenenti proprio al mondo della comunicazione: Instagram (al 19° posto), Youtube (al 30°) e Zoom (al 100° posto).

Anche quest’anno in classifica sono presenti tre brand italiani: Gucci in 32a posizione con un fatturato di 15,7 miliardi USD e in calo del 2% rispetto all’anno precedente, Ferrari è il 79° brand con -1% di fatturato (6,4 miliardi USD) e Prada al 99° posto e in calo del 6% (4,5 miliardi USD). Tutti e tre i marchi si sono dimostrati abbastanza stabili considerando le conseguenze del lockdown sui settori moda e automotive.

In questo periodo di profonde riflessioni, una notevole rilevanza viene assegnata a questioni esistenziali, quali diversità, uguaglianza, inclusione e cambiamenti climatici.
Le marche che non riescono a stare al passo con queste dinamiche aspettative da parte dei clienti non potranno che fallire. 
Interbrand Best Global Brands identifica tre fattori importanti per ottenere il consenso dei clienti:

  • LEADERSHIP. Le aziende devono essere in grado di fare un passo indietro e guardare oltre il caos del presente per navigare il futuro con un definito senso di direzione, allineamento con i propri valori, agilità e empatia nei confronti delle necessità dei clienti.
  • ENGAGEMENT. I migliori brand guidano persone e organizzazioni in una "shared journey" e prendono azioni che si distinguono al di sopra della confusione, sono coerenti con la direzione che l’azienda vuole prendere, e partecipative nei continui dialoghi con i clienti.
  • RELEVANCE. Cambiamento e turbolenza hanno esposto molti difetti nelle nostre società lasciando le persone riflettere sul proprio ruolo in questi sistemi. I consumatori cercano ora, come mai prima, un senso nelle proprie scelte. È importante per i brand essere dunque presenti nelle conversazioni attuali, affini ai valori dei clienti ed essere in grado di infondere fiducia in questo periodo di incertezza.

Questi valori sono stati applicati (tra gli altri) da Amazon, Microsoft, Spotify e Netflix: i brand che nel mezzo dei lockdown mondiali sono aumentati maggiormente. Hanno infatti saputo focalizzarsi sui propri valori e muoversi con agilità tra gli ostacoli posti dalla pandemia, distinguendosi dalla massa e rendendosi presenti e rilevanti nelle scelte degli utenti.

E-Business Consulting, società specializzata nel marketing digitale, supporta le aziende nella realizzazione di strategie marketing finalizzate al posizionamento del proprio brand online e offline. Richiedi subito un preventivo gratuito e senza impegno.

Categoria: Comunicazione Digitale Marketing

Dettaglio News

Dettaglio News 26/11/2020 E-Business Consulting
I NOSTRI CLIENTI