Scenario Digitale 2021

  • Come ogni anno We Are Social e Hootsuite hanno rilasciato I dati sulle abitudini digitali degli internauti di tutto il mondo.

Scenario Digital

Abbiamo parlato a lungo di come l’anno appena trascorso abbia dato un’accelerata al rapporto tra individui e web, ora però l’indagine Digital 2021 di We Are Social offre uno spaccato più dettagliato su quali siano stati i trend del web nei mesi passati.

 Il report, il figlio dell’anno che abbiamo vissuto, presenta i seguenti dati salienti:

  1. 4,66 miliardi di persone ha avuto accesso ad Internet, dato che porta la percentuale di penetrazione della Rete nel mondo al 59%.
  2. 4,20 miliardi di individui, più della metà della popolazione mondiale, hanno utilizzato i social. Youtube e Facebook dominano la classifica dei social più utilizzati anche quest’anno. In crescita esponenziale Tik Tok, Pinterest e Telegram.
  3. Il settore e-commerce è il vincitore dell’anno: sempre per la pandemia siamo stati costretti a cambiare le nostre abitudini. Si è speso un’ingente quantità di denaro nello shopping on-line e non solo tra giovani, ma questa modalità ha raggiunto tutte le fasce di età.

La situazione italiana è in linea con la tendenza mondiale:

  • 50 milioni (su una popolazione di 60,41 milioni di persone) di utenti risultano on-line. L’aumento dei nuovi utenti attivi nel web è il +2,2% rispetto allo scorso anno, per un totale di 1 milione di nuovi utenti
  • La penetrazione di Internet in Italia raggiunge così l’83,7%
  • Gli utenti attivi nei social media sono 41 milioni nel nostro Paese. Se la popolazione italiana è in decrescita, la digitalizzazione degli individui ha visto un incremento del + 6%.

Le persone “consumano” contenuti, soprattutto video (93%), ma sempre di più anche audio con il 61% che ascolta musica in streaming e il 25% che fruisce di podcast. Giocano on-line, con diverse tipologie di device, come dichiara l’81% degli Italiani. Digital 2021 evidenzia poi un’evoluzione nei modi in cui le persone cercano informazioni online, anche sui brand. Al fianco dell’utilizzo dei motori di ricerca tradizionali, oggi si registra un 37% degli Italiani che si serve di tecnologie di ricerca vocale e un 33% che ricorre ai canali social.

Le grandi novità di questo report sono la crescita esponenziale di Telegram e Tik Tok.

Il primo perché presta molta attenzione alla tutela della privacy, ambito in cui gli individui si sono sensibilizzati molto nel corso del 2020. Il secondo ha raddoppiato gli utenti attivi (aumentando anche le fasce di età di utilizzo); inoltre da una piattaforma social a scopo ludico si è trasformata in una piattaforma di contenuti grazie al rapporto con i creators. Sempre più brand ora si stanno affacciando allo strumento attraverso l’ausilio di contenuti di valore.

Il 2020 è riuscito anche in qualche miracolo, ha permesso alle persone e alle community di acquisire una nuova consapevolezza nell’utilizzo dei social media e ha permesso a quest’ultimi di ritagliarsi un nuovo ruolo: poter intervenire attivamente e concretamente nella società. Di conseguenza, il nostro rapporto con questi canali (dal come li usiamo ai sentimenti che proviamo nei loro confronti) ha subito una trasformazione irreversibile.

Nel corso 2020, la quotidianità di tutti noi è stata sconvolta come mai prima d’ora e l’umanità è stata costretta a livello globale ad affrontare le crepe formatesi nell’ordine stabilito e a rivalutare le priorità nell’ottica di un futuro incerto. Dalla pandemia alla crisi ambientale e dalle rivolte per i diritti alle crisi politiche.

Con il lockdown che ha plasmato gran parte della nostra esperienza (al suo culmine, la prima ondata di Covid-19 ad aprile ha visto oltre 3,9 miliardi di persone confinate nelle proprie abitazioni) il ruolo degli strumenti digitali e delle comunicazioni ha assunto una centralità ancora più marcata.

In alcuni casi, l’inerzia è stata superata grazie ai contenuti in diretta, allo shopping tramite la realtà aumentata e alla possibilità di personalizzare un avatar a pagamento, comportamenti che sono diventati sempre più comuni.

Avvicinandoci al 2021, le persone rivaluteranno il ruolo che le varie piattaforme ricoprono nella propria vita, riconsidereranno le fonti con cui interagire, e impareranno di nuovo come usare i social in linea con i cambiamenti generali che stanno alla base del nostro tempo.

Per scoprire tutte le novità e i vantaggi che si possono trarre dai social per il tuo business, rivolgiti a E-Business Consulting, agenzia di digital marketing attiva dal 2003 e integrata nel mondo Social Media.

Categoria: eCommerce Marketing Facebook Internet Social Media Marketing

Dettaglio News

Dettaglio News 19/02/2021 E-Business Consulting
I NOSTRI CLIENTI