NEWS

MARKETING PUBBLICITÀ CRM SALES 

Archivio News

IAB Video Advertising

  • Il 18 Ottobre si è tenuto l’evento IAB Seminar interamente dedicato al Video, mezzo di comunicazione d’eccellenza dell’anno 2016.

Perché emerge il Video?

Ad oggi la pubblicità video identifica un mercato caratterizzato principalmente da due fattori: crescita e innovazione. Il Video è in grado di raggiungere un grande bacino di utenti grazie soprattutto ad una sua grande caratteristica: l’essere coinvolgente a livello emotivo. Tra le sue peculiarità spicca anche l’innata capacità di adattarsi ai molti settori della comunicazione ovvero la versatilità nei differenti formati disponibili. Non è da sottovalutare, infine, che il mezzo Video crea delle importanti esperienze di Branding nei consumatori.

È dunque la Pubblicità Video il tassello che completa la traslazione dal monoscreen, mezzo televisivo che assolve principalmente solo alla funzione intrattenimento, al multiscreen, personal computer, smartphone, tablet e altri sistemi interattivi aventi differenti obiettivi come, ad esempio, intrattenimento, condivisione ed informazione.

Il Video Advertising nel 2015 ha registrato un valore intorno ai 360 milioni di euro e le previsioni di chiusura del 2016 si aggirano intorno ad un ammontare che crescerà circa del 30%, giungendo ad occupare dunque una fetta di mercato pari al 20% del totale internet. In particolare, in Europa il valore del Video come mezzo pubblicitario ha raggiunto i 3,3 miliardi di euro nel solo 2015 registrando dunque una crescita percentuale pari al +35,8.

Quali sono i valori del Video in Italia?

Dalle statistiche emerge che il popolo italiano è molto propenso alla visione dei Video e ciò è testimoniato anche dal fatto che questo settore, quest’anno, è arrivato a pesare circa 500 milioni di euro.

In Italia, il 100% degli utenti desktop ed il 52% di quelli mobile hanno dichiarato di aver visto almeno una volta un Video online: quasi 16 milioni di utenti hanno affermato di guardare filmati video via smartphone e, nello specifico, 3,8 milioni lo fanno giornalmente mentre 5 milioni di utenti almeno 1 volta alla settimana.

Quali sono gli errori più comuni?

L’errore più comune è di portare sul web in classico spot televisivo non creando qualcosa ad hoc per il web in base al target di riferimento che si vuole coinvolgere. Per le aziende oggi è un problema, il dover cambiare la mentalità e lo schema di impostazione dalla TV al web.

La lunghezza del video per il web può essere un falso problema. E’ fondamentale per i video più lunghi dare un ritmo costante e coinvolgente tipico dell’ecosistema web in modo da indurre gli utenti al completamento della visione.

Previsioni per il futuro?

Sicuramente gli investimenti ed i conseguenti guadagni derivanti da attività di Video Advertising sono destinati ad aumentare infatti, secondo alcune stime, nel 2016 nella sola penisola italiana la Pubblicità Video dovrebbe arrivare a raggiungere i 490 milioni di euro registrando una crescita pari al 34% rispetto all’anno 2015. In particolare, creatività, qualità ed innovazione saranno i temi principali su cui lavorare per accrescere il successo del Video.

E-Business Consulting, web agency specializzata nel Digital Marketing, è in grado di pianificare al meglio la strategia di Video Advertising per qualunque tipo di business, mettendo a disposizione dei clienti la sua decennale esperienza e competenza.

I NOSTRI CLIENTI