NEWS

MARKETING PUBBLICITÀ CRM SALES 

Archivio News

Pubblicità: -15,3% Gennaio 2013

  • Online i dati Nielsen relativi agli investimenti pubblicitari per il mese di Gennaio 2013 in Italia

Il declino del mercato pubblicitario sembra non volersi arrestare per quanto riguarda il mese di Gennaio 2013: se durante il primo bimestre del 2012 il decremento registrato era pari al -5,7%, il primo mese del 2013 mostra un -15,3%. Il dato assume un connotato positivo se confrontato con il mese di Dicembre 2012, durante il quale gli investimenti pubblicitari registravano un decremento del -18%.

81 milioni di euro: questa è la cifra degli investimenti sottratti al mercato pubblicitario ma quali sono i media che ne hanno risentito di più? Quotidiani e periodici registrano rispettivamente una variazione del -25% e del -25,1% e rappresentano i media che più risentono di questa contrazione. A seguire troviamo Out of Home TV (-20,8%), TV (-16,1%) e Direct Mail (-14%).

Una riduzione di gran lunga minore è quella registrata dalla Radio che apre il 2013 con un -2,2%, un dato sicuramente positivo se confrontato con il calo del -11,4% riscontrato durante l’ultimo mese del 2012. Gli investimenti per quanto riguarda la pubblicità Transit rimangono invariati rispetto al periodo precedente.

I media che registrano una crescita in termini di investimenti pubblicitari sono Internet (+9,3%), che non mostrava una crescita tale dal luglio 2012, il cinema (+28,6%) grazie alla pianificazione da parte di importanti case automobilistiche e farmaceutiche e le affissioni che vedono gli investimenti in aumento del +29,6%, complice la campagna elettorale.

Le elezioni politiche avvenute durante il mese di Febbraio 2013 hanno sicuramente modificato lo scenario del mercato pubblicitario rispetto al periodo precedente, non solo per quanto riguarda i media utilizzati, ma anche per quanto riguarda i settori di investimento: enti e istituzioni crescono infatti del +56,4%.

Viaggi e turismo, settore che ha sempre registrato un trend positivo, apre il 2013 con un +17,3% mentre tutti gli altri settori iniziano l’anno in negativo. I settori che meno hanno investito in pubblicità a Gennaio 2013 sono gli elettrodomestici (-54,2%), il settore giochi e articoli scolastici (-49,7%) e il settore moto e veicoli (-48,1%).

Andando ad analizzare i dati congiuntamente (mezzi e settori) possiamo trarre le seguenti informazioni: la distribuzione è il settore merceologico che apporta maggiori crescite al medium TV e che registra un decremento maggiore per quanto riguarda il Direct Mail, che vede invece un aumento degli investimenti da parte del settore Cura della Persona. Il settore alimentare sembra aver spostato i propri investimenti dalla TV (su cui mostra il maggiore decremento) ad Internet (settore maggiormente in crescita su Internet durante Gennaio 2013). Il settore auto motive è maggiormente in crescita sulla radio e in misura minima sui quotidiani mentre enti e istituzioni sono maggiormente in crescita sui periodici, grazie alle elezioni politiche.   

I top spender hanno ridotto i propri investimenti prevalentemente su stampa di -41%, quasi più del doppio della variazione media del mezzo (-25%), e su radio (-20%). In aumento invece gli investimenti dei top spender su Internet (+14,5%), maggiori rispetto alla variazione del mezzo (9,3%).

I top spender pesano su TV, Stampa, Internet e Radio rispettivamente del 22%, 8%, 17% e 25%.

E-Business Consulting, web agency specializzata nel Digital Direct Marketing, è in grado di pianificare campagne pubblicitarie online ad hoc per qualsiasi settore di mercato, mettendo a disposizione del cliente la sua competenza nell’ambito dell’Email Marketing, del Mobile Marketing, di Google Adwords e nella Lead Generation.

I NOSTRI CLIENTI