NEWS

MARKETING PUBBLICITÀ CRM SALES 

Archivio News

La svolta dell’Internet Economy

  • Il 2010 si è rivelato un anno di importanti rivoluzioni per l’Internet Economy che registra un tasso di crescita del 10% rispetto al 2009.

Il 2010 si è rivelato un anno di importanti rivoluzioni per l’Internet Economy del mercato italiano che registra esattamente un valore di 31,6 miliardi di Euro e un tasso di crescita del 10% rispetto al 2009. Questi sono i dati rilevati da uno studio condotto dalla Boston Consulting Group.  

La grande svolta del web è stata contrassegnata da un aumento dei consumi in settori del turismo, dell’ informatica, dell’ elettronica di consumo, assicurazioni ed abbigliamento i quali hanno beneficiato dei seguenti trend positivi:

-          Crescita dell’e-commerce che registra un +14% rispetto al 2009;

-          Trend positivo per l’Advertising con un + 15%;

-          Crescita degli utenti attivi del +1,6% rispetto al 2009;

-          Aumento dei domini registrati dell’11%;

In termini complessivi, contando quindi sia l’impatto diretto che indiretto di internet sull’economia  italiana, si registra un risultato di 56 miliardi di Euro. Se internet fosse un settore la sua crescita costituirebbe ben l’ 8% del PIL .

L’E-Commerce è una delle componenti che registra il miglior trend positivo per l’anno appena concluso.  Sembrano ormai superate le barriere all’acquisto che contraddistinguevano i consumatori italiani e settori come l’abbigliamento ed il turismo registrano tassi di crescita del +15 % rispetto all’anno 2009.

Importante è anche il valore del ROPO, per il quale si intendono tutti gli acquisti di beni avvenuti nell’economia reale ma solo a seguito di un processo di acquisizione di informazioni percepite attraverso il web. Solo i consumi per questo tipo di attività sono di 17 miliardi di Euro, fenomeno e trend che conferma l’importanza di internet come strumento di comunicazione estremamente efficace.

Strettamente correlato a tale fenomeno si inserisce quindi la crescita del mercato dell’advertising che registra un + 11% rispetto al 2009. Sono infatti le imprese che abbracciano pienamente il Web 2.0  a segnalare le migliori vendite con azioni come pubblicità sui motori di ricerca, ottimizzazione della posizione nel web, campagna di direct marketing e lo sviluppo di pagine aziendali su social network.

Ultimo fattore ma non per importanza che ha contribuito a questa svolta per l’anno 2010 è la crescita di utenti possessori di smartphone con i quali è possibile essere connessi ad internet 24 ore 24 in perfetta mobilità e svincolati da limiti temporali e spaziali. L’Italia è infatti il primo paese europeo con maggiori connessioni da dispositivi mobili.

L’anno 2010 si dimostra quindi una conferma dell’importanza di internet non solo come mezzo di comunicazione ma come vero e proprio driver competitivo capace di modificare ed influenzare importanti leve di mercato.  Anche i trend futuri sembrano infatti confermare la forte espansione del web e la sua capacità di essere per imprese o ancor più per interi settori uno strumento competitivo indispensabile. 

I NOSTRI CLIENTI