NEWS

MARKETING PUBBLICITÀ CRM SALES 

Archivio News

Il futuro dell'Email Marketing

  • Come sta cambiando la misurazione dei risultati di comunicazione dell’email marketing.

Sono ormai lontani i tempi in cui la verifica dell’efficacia di una campagna di Email Marketing avveniva attraverso il monitoraggio dei tassi di apertura e del click through rate.

Attualmente infatti, oltre ai due parametri sopra citati, è necessario analizzare anche il volume di ordini, le revenue e le conversioni che l’inserzionista si trova a dover gestire a seguito dell’attività di comunicazione.

L'attenzione oggi è molto più focalizzata sul fatturato e sui tassi di conversione sostenuti da una crescente attenzione alla loyalty e al CRM gestiti attraverso il canale e-Mail. 

Questa situazione nasce dalla necessità delle aziende di ottimizzare gli investimenti. Nel mercato attuale non è più concepibile, infatti, valutare uno strumento di comunicazione senza tenere in considerazione i risultati diretti che ha permesso di conseguire e, d’altro canto, è impensabile investire in modo efficace senza essere in possesso di una chiara visione dei risultati storici.

La pianificazione strategica ha anche un altro indicatore chiave: il Costo per ordine. La posta elettronica è uno strumento in costante crescita che presenta, in genere, costi diretti statici. Le aziende dovrebbero riuscire a portare le attività di e-Mail marketing al conseguimento di un CPO più basso. In questo modo, le società potrebbero valutare la possibilità di effettuare investimenti più elevati su questo canale perché ritenuto più conveniente.

In breve dunque, se usato correttamente l’e-Mail marketing può essere lo strumento di CRM del futuro e non semplicemente un mezzo per generare fatturato. E’ infatti un canale che permette all’utente in prima persona di esprimere i propri interessi autorizzando gli operatori del settore alla ricezione di comunicazioni pubblicitarie. Detto ciò, l’altro parametro che dovrebbe essere ritenuto fondamentale è il Lifetime Value (LTV), ponendo esso maggior attenzione al “valore” dell’utente presente nel database.

Se si iniziasse a percorrere questa via, affidandosi a specialisti del settore come E-Business Consulting che già da tempo mette in primo piano i “gusti” degli utenti, la sfida non sarebbe più rivolta al mero aumento del tasso di apertura, ma si concentrerebbe sull’incremento del LTV … che è tutta un’altra storia!

 

I NOSTRI CLIENTI