NEWS

MARKETING PUBBLICITÀ CRM SALES 

Archivio News

I Migliori Brands del 2011

  • Interbrand presenta la classifica dei migliori 100 brand al mondo. Solo 3 brand Italiani presenti nei primi 100

Interbrand, società multinazionale di consulenza strategica per i Brand, ha presentato la sua classifica dei cento “Best Global Brands 2011”.

La classifica è stata stilata attraverso l’utilizzo di una accurata metodologia di valutazione del Brand che considera, in particolare, tre aspetti:

  • Le performance finanziarie,
  • Il ruolo che il Brand ricopre nel processo di decisione d’acquisto di un soggetto,
  • La forza del Brand nel continuare a generare i profitti sperati dall’azienda.

All’interno della classifica rientrano solo i Brand “globali”, che per essere definiti tali devono rispondere a questi specifici requisiti:

  • Almeno il 30% del fatturato deve essere generato al di fuori del loro paese di origine;
  • Devono contare una presenza in almeno tre continenti;
  • Il loro profilo deve essere riconosciuto dal grande pubblico;
  • I loro dati finanziari devono essere pubblicamente disponibili.

Coca-Cola, per il dodicesimo anno consecutivo, raggiunge la vetta della classifica; il Brand è stato valutato 71,8 miliardi di dollari, registrando una variazione positiva del +2% rispetto all’anno 2010. A seguire, nella top ten, rientrano IBM, Microsoft, Google, GE, McDonald’s, Intel, Apple, Disney e Hewlett-Packard. È evidente come il vertice del ranking sia dominato dalla presenza di Brand tecnologici.

Dalla classifica risulta che i cinque Brand che hanno realizzato un’ importante crescita in termine di valore, rispetto all’anno precedente, sono: Apple (+58%), Amazon.com (+32%), Google (+27%), Samsung e Burberry (+20%). Al contrario, i Brand che hanno perso punti percentuali in termine di valore sono: Nokia (-15%), Nintendo (-14%), Sony (-13%), Yahoo (-11%) e Dell (-6%).

Positiva è la crescita per i Brand dell’Automotive: Toyota risulta essere all’11° posto della classifica e registra un aumento di valore, rispetto all’anno precedente, del +6%. Mercedes-Benz è al 12° posto con una variazione positiva pari al +9%, BMW è al 15° posto e registra un +10% e Honda al 21° con un +5% di valore rispetto al 2010.

Positiva risulta essere anche la crescita di valore per i Brand di lusso: Luis Vuitton è al 18° posto (+6%), Gucci al 39° (+5%), Hermes al 66° (+12%) e Cartier al 70° (+18%).

L’Italia è presente nella classifica con soli tre brand: Gucci, Armani e Ferrari. Gucci è balzata dal 44° al 39° posto registrando un aumento di valore, rispetto al 2010, del +5%; Armani è avanzato di due posizioni (dalla 95° alla 93°) con un accrescimento di valore del 10% ed infine Ferrari è regredito dalla 91° alla 99° posizione.

Jez Frampton, global CEO di Interbrand, asserisce che i Brand che oggigiorno riescono ad aver successo sono quelli in grado di innovarsi ed evolversi in risposta alle esigenze di un mercato sempre più complesso ed in continuo cambiamento. Sempre secondo Jez Frampton i Brand devono fare sempre più ricorso alle nuove tecnologie e rafforzare la propria presenza sui Social Network, al fine di aumentare il coinvolgimento e l’interesse dei consumatori.

I NOSTRI CLIENTI