NEWS

MARKETING PUBBLICITÀ CRM SALES 

Archivio News

Google e Privacy

  • Internet, rendendo fragili le difese della propria privacy, ha aumentato l’attenzione verso il fondamentale diritto alla propria riservatezza

Internet e l’informatica consentono complesse analisi di marketing a costi irrisori: scovare dati personali nella rete ed attribuirli ad ignari visitatori che si trovano bombardati di messaggi promozionali “ritagliati” secondo il loro profilo virtuale è una delle più fastidiose (per il consumatore) attività telematiche di marketing odierne.

Internet rendendo fragili le difese della propria privacy ha aumentato l’attenzione verso il fondamentale diritto alla propria riservatezza:

la privacy è sinonimo oggi di ineliminabile garanzia contro ogni forma di potere, pubblico o privato che sia” (S. Rodotà)

Chiunque ha diritto alla protezione dei dati personali che lo riguardano” (Titolo 1 T.U.)

L’applicazione della legge sulla privacy D.lgs 196/03 in Italia è frutto di una normativa e di una direttiva Europea che ha voluto creare all’interno della comunità una legislazione comune, fermo restando l’applicazione operativa in ciascuna singola nazione.

Se eventuali dati sono trattati al di fuori del territorio della comunità europea (quindi con normativa diversa) deve essere comunicato agli utenti, che potranno o meno accettare detta “diversità” esprimendo il proprio consenso.

Uno degli elementi cardine in Italia è l’obbligo di notifica al Garante di quei dati personali trattati con l’ausilio di strumenti elettronici volti a definire il profilo o la personalità dell’interessato o ad analizzare abitudini o scelte di consumo.

Fermo restando la palese incongruenza della legislazione in vigore, in relazione al progresso digitale e delle tecnologie abilitanti, ci troviamo sicuramente di fronte ad evidenti dubbi sull’applicazione della normativa vigente da parte del colosso Google non solo in Italia.

Già dieci autorità per la tutela della privacy di altrettanti paesi, Italia compresa, hanno scritto a Big G per chiedere una maggiore cautela nel trattamento dei dati personali degli utenti.

La possibilità però di monitorare il profilo o la personalità dell’interessato analizzando le abitudini e le scelte di consumo sono insite nella gamma sempre più estesa dei prodotti offerti da Google, spesso in ottica “free”, agli ignari utenti partendo dall’indirizzo IP dell’utente, associando un indirizzo Gmail, valutando le ricerche condotte nel motore di ricerca, google shopping, ecc ecc..

 

E-Business Consulting opera nell’ambito della pubblicità in Internet al fine di suggerire e proporre, gli strumenti marketing digitale più adeguati per lo sviluppo commerciale nelle aziende che vogliano utilizzare internet per promuovere i loro prodotti e servizi in Italia ed all’estero.

 

http://www.e-businessconsulting.it/

I NOSTRI CLIENTI