NEWS

MARKETING PUBBLICITÀ CRM SALES 

Archivio News

Fashion&Technology Summit 2017

  • L’industria della moda crede nel digitale e ne ha capito l’enorme potenziale.

Siamo giunti alla terza edizione dell’evento Fashion & Technology Summit, organizzato da LuisaViaRoma in collaborazione con IAB Italia e Netcomm, che si è tenuto il 12 gennaio a Firenze.

Ancora una volta l’appuntamento si è rivelato un’ottima occasione per approfondire tematiche legate alle tendenze attuali e future della comunicazione digitale nel settore della moda. Hanno partecipato esperti italiani ed internazionali operanti per fashion brand, aziende di technology marketing e media agency globali.

Il quadro complessivo delineato è senza dubbio positivo ed incoraggiante. Infatti, secondo i dati Nielsen l'industria della moda nel 2016 ha investito 8,2 miliardi di Euro a livello globale (+3,2%), registrando una crescita dell’8% più accelerata rispetto al 5% del mezzo televisivo, che si posiziona comunque al primo posto. Le stime di Statista prevedono che nel 2017 che il settore fashion nell’eCommerce sarà il segmento maggiore con un mercato del valore di oltre 369 milioni di Euro.

Dei 2,3 miliardi che i brand del fashion hanno impiegato nella comunicazione digitale, oltre un terzo (34,2%) è stato destinato alla search advertising. Seguono gli investimenti sul video (17,6%), in crescita del 24%, e sui social media (13,1%), la cui crescita del 5% è altrettanto rapida.

Dunque, la formula utilizzata nella strategia di marketing online dalla moda è un mix di canali digitali. Facebook si ritrova sul podio ottenendo il 78,5% degli investimenti sui social media dell’industria della moda e il video risulta essere il formato più apprezzato, tanto che alcuni noti marchi di lusso investono esclusivamente su Youtube e abbandonano del tutto la TV. Per quanto riguarda i dispositivi digitali, il mobile ha generato buona parte del traffico e perciò si è guadagnato un aumento della spesa pari al 20%.

Oltre al video e al mobile, destinate ad essere key marketing trends anche nel 2017, il concetto di attribuzione legato all’utilizzo dei grandi dati è stato uno dei più discussi. Infatti, la nascita del programmatic advertising ha inevitabilmente reso la tecnologia ed intelligenza artificiale parti integranti del digital marketing, aggiungendo complessità alla fase di analisi e implementazione dei dati. Gli ingredienti fondamentali sono la raccolta di dati che siano davvero rilevanti e la scelta di un modello di attribuzione appropriato.

A rendere la sfida più complessa sono i consumatori sempre più consapevoli ed informati, che utilizzano quante più piattaforme a disposizione e cambiano ripetutamente il dispositivo impiegato nell’arco di una giornata. In quest’ottica, è cruciale attuare una strategia cross-device e fornire al consumatore omnicanale un’esperienza integrata ed interattiva. Da un lato, un simile approccio permette di targetizzare le audience di riferimento e tracciare le fasi del customer journey (ovvero l’esperienza del cliente) con più precisione; dall’altro, consente una personalizzazione dell’esperienza del cliente con il brand e il prodotto sia online sia offline e dunque una maggiore probabilità di coinvolgimento.

E-Business Consulting, web agency specializzata nel Digital Marketing, è in grado di pianificare al meglio strategie di Mobile Marketing e di Video Advertising per qualunque tipo di business, mettendo a disposizione dei clienti la sua decennale esperienza e competenza.

I NOSTRI CLIENTI